L'8 settembre 1993, nel 50° anniversario dell'armistizio del 1943, l'ARCI ragazzi di Reggio Emilia ha organizzato un incontro tra un gruppo di ragazzi, accompagnati dal coordinatore prov. le Marinelli Marcello - Gimmi - con Otello Sarzi sul tema della Resistenza e dell'Antifascismo. Ne è nata una "lezione di storia" tenuta da Otello. L'incontro si è svolto a Villa Cougnet, allora sede del T.S.B.M. di Otello, a Reggio Emilia. Quella che segue è la trascrizione di quell'incontro.


La registrazione sonora è stata curata da Marinelli Marcello "Gimmi".
La trascrizione della registrazione e di Cesare Cattani

Gimmi - L'8 settembre del 1943 che cosa è successo? E' successo che Badoglio, Pietro Badoglio, dichiarò l'armistizio…

Ragazzo: Badoglio cos'era? un generale?si eh? secondo me era un generale…

Gimmi: Eh, si, adesso domandiamo tutto a Otello…

Otello: Badoglio era un generale. C'è una bellissima canzone che parla…"Pietro, Pietro Badoglio…" ch'è un po' anche una canzone abbastanza libera., a un certo punto dice che "ci ha rotto qualcosa", no? Però faceva una rima. Allora…allora è un po' un problema parlarvi di questo; è un po' un problema perché il mondo è diventato un altro e adesso parlarne a cinquant'anni…Io sono anziano: non mi ricordo cos'ho mangiato stamattina, però riguardo alla mia vita me la ricordo bene. Sapete perché? Perché l'ho vissuta con impegno,
l'ho vissuta con impegno. Allora, tanto prima dell'8 settembre c'è stato il 25 luglio. Per quello c'è stato l'8 settembre, perché prima c'è stato il 25 luglio. E prima del 25 luglio c'è stato il 1° giugno e l'entrata in guerra dell'Italia. L'Italia è una nazione, no? E tutte le guerre che ha partecipato è sempre entrata un anno dopo . Storicamente. Guerra 14/18, l'Italia è entrata nel '15, ma la guerra era scoppiata nel '14. La guerra, l'ultima, la seconda mondiale è scoppiata nel '39: noi siamo entrati nel '40, perché -furbi- abbiam sempre pensato: "vediamo chi vince". Chissà il perché, tonti, chi vinceva ha perso e noi ci siam trovati con quelli che perdevano. Quando parlano di "giuste e ingiuste" io non sto a guardare se sono "giuste o ingiuste"; delle volte qualcuna è anche "giusta" perché se ti vengono gli altri in casa tua tu fai la guerra e li butti fuori. Allora quella è anche giusta, no?

Ragazzo: Si però si potrebbero anche evitarla…

Otello:… Appunto, si può evitarla, prima di tutto, mettendo un sistema che uno non vada a comandare in casa d'altri. Ma questo non l' han mai voluto. E sapete il perché? C'è il detto che "tutte le strade portano a Roma" perché i romani hanno invaso quasi tutto il mondo e la prima cosa che han fatto han fatto le strade. E tutte le strade portano a Roma il bottino fatto nella guerra. Andavano, rapinavano, tutte le cose che trovavano valide se le portavano a Roma. Per portarle a Roma -hai capito? - avevano il diritto del bottino e anche delle donne! No ?Adesso noi parliamo contro la Bosnia, contro la Serbia e qui e la e in qua per le porcate che fanno: ma le han sempre fatte le porcate, da quando hanno fatto la guerra! Allora noi se non siamo proprio entrati nella guerra siamo entrati a mandare dei corpi di spedizione. Cioè voler mandare la rappresentanza degli italiani che partecipa alla guerra. Adesso vengono via i paracadutisti allora ci vogliono mandare i bersaglieri… vogliono mandare i bersaglieri, e ci hanno mandato i bersaglieri. In Mozambico ci hanno mandato gli alpini. Perché ogni corpo … Sapete che ci sono le associazioni e tutti gli anni fanno la festa gli alpini per incontrarsi, pensate che roba! Mai una volta che spendono tutti i soldi dei bersaglieri, dei paracadutisti, dei marinai, degli alpini, che lo facciano per la gente senza divisa e che vuole la pace e vuole il lavoro. Avete capito?
Le "Reggiane" c'erano dodicimila operai e lavoravano perché? Perché facevano aereoplani e mitragliatrici e autoblindo. Finita la guerra, invece che fare dei trattori, che sembra che la Cina ce n'avesse ordinato mezzo milione di trattori, ma l'Italia non poteva accettare perché l'America non voleva. Perché tra Cina e 'Merica le cose non andavano bene. Allora avrebbero potuto lavorare. Pensate che gli operai delle "Reggiane" senza ingegneri e una cosa l'altra, hanno costruito un trattore che l'hanno chiamato "R60". Ne han fatti 5 o 6 poi è finito perché non le han più volute.
Veniamo all'8 settembre. L' 8 settembre è una pagina nera per l'Italia. Perché? Quando han capito che stavano per perdere allora si sono incontrati in segreto in Sicilia dei generali italiani e dei generali alleati. E hanno firmato l'armistizio. Vuol dire smettere di combattere. Se tu ti metti contro gli ex nemici ti crei nemici quelli che tu sei stato amico e hai cominciato la guerra insieme.
Allora noi, teoricamente e nella pratica dei rapporti diplomatici, ci siamo messi contro i tedeschi. Li abbiamo traditi, no?
Io non avevo nessuna voglia di stare coi tedeschi, ma prima non avevo neanche nessuna voglia del fascismo. ho reso l'idea? Io ho avuto un padre meraviglioso. Un padre meraviglioso che con le azioni e il modo di fare m'ha insegnato che cos'era la guerra, che cos'era il fascismo. In pratica…Ogni tanto lo vedevo che lo mettevano in prigione ed era perché? Perché non andava d’accordo coi fascisti! E io ho fatto a tempo a vederlo tante volte andare in prigione.
Il fascismo si è posto in Italia bastonando e dando l'olio di ricino.

Ragazzi: Che cos'è?

Otello :L'olio di ricino è una purga che adesso non l'adoperano più, ma io l'ho bevuto a litri da bambino…

Un ragazzo: E' il Guttalax dei poveri…

Otello: …perché, eh. eh. , è la purga a l'olio di ricino. E allora se non eran fascisti, se eran socialisti, s'eran comunisti gli davano l'olio di ricino. E bastonate! E ci son stati anche tanti morti. Perché non chiamano -Otello Montanari - non chiama "rivoluzione", nel giornale di oggi, quello ch'è avvenuto… Non era una "rivoluzione" era una lotta di Resistenza… Per me no! Per lui si! Per me no! Perché io prima della guerra mi sono fatto tre anni scappato dall'Italia e fuori. Per non stare in Italia coi fascisti. Quando son rientrato nel '39 m'hanno preso e m'hanno dato tre anni di confino. Che c'era della gente anche di Massenzatico…e di Mantova. E c'erano quattromila confinati e l'Italia non sapeva niente. Però io c'ero nel '40. E l'Italia non sapeva niente. La stampa non ne parlava. Quattromila in un campo di concentramento… Perché non erano fascisti! Quando c'è stato il 25 luglio, la caduta di Mussolini… Dunque: luglio, agosto e settembre son passati due o tre mesi. Hanno messo Badoglio, perché Badoglio era ritenut6o un generale ch'era un po' antifascista ed era in favore alla monarchia. Han messo lui. Badoglio aveva fatto tante guerre tra le quali anche quella fascista della conquista dell'Abissinia. La conquista dell'Etiopia, dell'Abissinia. La chiamavano Abissinia. E l'hanno conquistata! Con tante truppe di colore. Perché la erano talmente affamati che facevano andare a soldato quelli del posto. Che combattevano contro il suo re, no? Per risolvere il problema "soldi e mangiare". …E molte truppe di colore: somale , eritree, indigene. E hanno conquistato l'Abissinia. Allora che cosa è successo? Noi avevamo i carri armati; ed è storia che abbiamo avuto l'onore di adoperare i gas asfissianti che erano proibiti dall 'Aja. Dopo i giornali dicevano di no, ma adesso, storicamente si sa che gl'Italiani hanno adoperato i gas asfissianti…

Gimmi: Erano armi proibite. Non si potevano usare

Otello …Eh, dall' Aja. Però li hanno adoperati. Allora le guerre è inutile dire: 2Noi siam buoni e gli altri son cattivi" Eh? Le divise le hanno inventate apposta per vedere che colore hanno, per non spararci tra di noi e sparare addosso agli altri, che hanno una divisa diversa. Poi spararci tra di noi nelle guerre succede. Se dicono ai soldati: "uscite dalle trincee e andate all'assalto" e non ci vanno sono le artiglierie italiane ( ride) che sparavano contro i nemici: accorciano il tiro e tirano dentro nelle trincee italiane perché vadano fuori e vadano all'assalto alla baionetta. E questo succede in guerra, no? Succede nelle guerre. Vedete quante cose storte? Allora han firmato l'8 settembre. Il giornale, la "Gazzetta di Reggio" ne porta una pagina intera.
Quando è venuto l'8 settembre io avevo già fatto il confino, avevo già fatto… Ero antifascista… Non ero impreparato. Allora quando Otello Montanari adesso dice: "Non è stata una rivoluzione" non è vero! Io non ho voluto far la guerra, non ho voluto far qui far la però il partigiano l'ho fatto. Perché volevo un cambiamento! Per andar d’accordo, perché non succedesse la guerra civile e che ci scannassimo fra di noi noi abbiam dovuto a firmare l'articolo sette! Che voleva dire che anche i comunisti accettavano la religione cattolica, no? E tutto il resto. E allora è dovuto andare avanti se no politicamente ognuno avrebbe voluto che vincesse il suo partito, eh?
Dopo la guerra c'è stato un miracolo. Grande, ché non ne parlan più i preti perché ormai hanno vinto: era la madonna pellegrina. La madonna pellegrina passava da un paese all'altro e per quasi un anno intero prima delle elezioni questa madonna girava in tutti i paesi. Dopo è sparita! Dopo non si è più fatta viva!
Perché? Perché han vinto il 18 aprile. Hanno vinto. Sembrerebbe che questo non c'entrasse e invece non è vero. C'entra. E come c'entra! Allora che cosa succede? Con l'articolo sette s'è salvato parecchie cose, per lo meno che non ci siamo scannati, tanto, fra di noi. Qualcuno s'è scannato, perché ne son morti, tanti dei comunisti quanti dei… Sotto Scelba ne son morti una sessantina di operai in un anno e erano ammazzati dagli italiani, dalla celere. Vedete che la guerra è continuata? Non era la guerra da nazione a nazione, ma era una guerra di lavoro, di politica, di cambiamento. Chi voleva che fossero cambiate le cose e chi voleva invece mantener le vecchie…

Ragazzo: Allora l'Italia combatteva control 'Italia!

Otello: Eh l'Italia combatteva … tutto, sempre! Tutta la vita è una lotta!Tutta la vita dell'uomo è una lotta. Per questioni sociali. …Allora l'8 settembre… L'Italia ha firmato, il re è scappato. Gli ufficiali hanno detto: "Se è scappato il re perché devo restar qua a combattere io? Allora (ride) dopo due giorni, i soldati erano ancora nelle caserme e gli ufficiali non c'erano, no? Allora ognuno piano piano, come s'è convinto è uscito dalle caserme di nascosto. Han cercato i vestiti nelle case, dalle donne e dalle famiglie e son scappati cercando di scappare a casa, avete capito? Cercando di scappare a casa! E hanno preceduto le cose. E son scappati. E l'Italia ha fatto veramente la figura delle guardie papaline, hai capito? che son svizzere (ride) che fin che son pagate stanno la con l'alabarda. Se le dovessero mandare in guerra::
son finiti i tempi dei lanzichenecchi ,l'avete studiata la storia, no?

Ragazzi ( in coro) Nooo!

Otello: I lanzichenecchi chi erano? Erano soldati prezzolati di ventura, no? E si prestavano. Pensate! Pensate che durante la battaglia di Legnano c'erano i lanzichenecchi, svizzeri, che combattevano per l'imperatore altri che combattevano per i Comuni! Han detto: "Noi combattiamo. Basta che non ci mettete di fronte noi". Allora le guerre si mettevano i schierati. Tutti schierati si guardavano in faccia, facevano in tempo anche a discutere fra di loro: Dopo è successo ancora nella guerra 14/18. Tra una trincea e l'altra che si domandavano il perché stavano li a spararsi, i fanti. Poi son tornati a casa, i fanti, trecentomila fanti! no? trecentomila fanti, di tutti i corpi, hanno avuto paura di ottantamila camicie nere, ragazzotti di 18 anni che si mettevano un tricolore al collo, cun la scusa del triculore (in dialetto) han bastonato i fanti che reclamavano dei cambiamenti. Perché per mandarli in guerra han detto: "Andate chè dopo vi facciam le riforme sociali"…

Gimmi: " Vi diamo la terra, vi diamo tante cose, tante promesse…"

Otello:… Viste col binocolo, all'orizzonte. Sapete che cos'è l'orizzonte bambini? Eh, lo sapete che cos'è l'orizzonte? E' una linea immaginaria che si allontana a mano a mano che uno s'avvicina. No? A mano a mano che tu vai avanti, l'orizzonte s'allontana di modo chè non ci arrivi mai. E così per mandarli in guerra gli avevano promesso le riforme. L'Italia allora era agricola. Il 70% dell'Italia era di contadini e di agricoltori, e volevano le riforme! Agrarie! Soprattutto; così mettevano a posto il 70% degli italiani.
Adesso l'agricoltura s'è meccanizzata. Non è più come una volta. L'Italia si è industrializzata, ha fatto le raffinerie! Senza petrolio…senza petrolio ha fatto le raffinerie! Ci viene il petrolio greggio, lo lavoriamo e anche per tanti altri stati gli diamo la benzina, cioè il petrolio raffinato. E siamo industriali.

Francesca: Quanti anni aveva quando è andato in guerra la prima volta?

Otello: Io non sono andato in guerra. Io ho fatto il partigiano. Proprio dopo l'8settembre, il 12 settembre io ero su a Busana con uno dei fratelli Cervi a cercare i posti… e c'è gente che si ricorda ancora.

Francesca: Quanti anni aveva quando è andato la…

Otello: Quando ero al confino avevo 18 anni. E nel '40 avevo 18 anni e ero al confino. M'hanno messo in galera a Parma…

Alcuni Ragazzi e Ragazze: …Fratelli Cervi? Come mai in galera?

Otello: Perché non andavo d’accordo con il "romagnolo". Il "romagnolo" era il duce. Era quello che nei discorsi diceva: "Io non vengo da Lodi per lodarmi e nemmeno da Piacenza per piacermi, ma vengo da Predappio per predarvi!" Hai capito (ride)? Questo era il discorso suo. Questa è una barzelletta, però risponde alla verità (ride).Risponde, hai capito?

Gimmi: Allora oggi sono 50 anni. 50 anni dall'8 settembre. Di tutto quello che avete sentito da Otello…

Otello: …Troppo in fretta e poi è lunga la cosa…Però non si può parlare dell'8 settembre e di oggi senza legare una questione sociale, hai capito? di tutte le guerre. Di tutte le guerre. Perché una guerra tira l'altra! Adesso dividono la Bosnia in tre, in tre. Sai perché c'è la guerra in Bosnia? Perché la Germania ha riconosciuto la Croazia e la Slovenia, e ha aiutato subito a dividere la Jugoslavia perché la Germania con più la gente è divisa con più comanda lei, no? ti pare? Adesso se Bossi, con la lega, vuol dividere l'Italia in tre, noi non vogliamo. Noi abbiamo voglia di dire: "non vogliamo": Se la Germania riconosce l'Italia del nord, di Bossi, noi siamo fregati perchè per un marco, per un marco ci vogliono 1500 lire! Allora chi comanda è quello che c' ha i marchi, e i marchi ce li ha la Germania. Siamo da capo.. Poi il Giappone vuole la rivincita. Il Giappone vuole la rivincita! No solo commerciale. Dopo quella commerciale verrà la rivincita. Vuoi tu che l'impero giapponese o l'impero tedesco si accontenti di sver perso contro l'America. Appena può, prima il potere economico e dopo si passa a quello delle armi.

Gimmi: Tutto è legato al nostro egoismo. Si parte da noi anche. Si parte da noi e pian piano si va in grande.

Ote:llo: Sapete come si spiega l'egoismo? Sapete che cos'è il lavoro? Il lavoro corrisponde ai bisogni che noi ci creiamo. Se una famiglia vuol due macchine deve lavorare di più. Se una famigli c'ha tre televisori in casa e non gliene basta uno deve lavorare di più. Allora secondo i bisogni che tu ti crei, che tu ti crei, devi lavorare … Anche la questione dei figli… Dopo i figli…

Gimmi: …O se no devi morire di fame come in Africa o Medio Oriente.

Otello: Qui era la stessa cosa. Una famiglia dove abitavo io a S. Tommaso, c'era una famiglia di 26 persone. Reggiane, 26! Se nasceva 'na donna era una disgrazia! Perché dovevano fargli la dote. Una disgrazia, se nasceva femmina! Dovevano far la dote. Se invece nasceva un maschio si sposava e portava la dote della moglie in casa. Perché chi comandava era il padre. E era una famiglia enorme. Patriarcale così chiamata. E non dividevano l'eredità. Facevano fatica. Cercavano di star tutti uniti. Perché con più si è uniti con più si spendeva poco. Con più si ammucchiava con più si diventava indipendenti. Che rende indipendente l'uomo sono i soldi che ha in tasca.

Ragazzo: Per essere indipendente deve chiedere qualcosa agli altri!

Otello: Reggio Emilia era una vallata, no? Quando il Po non aveva gli argini tutta l'acqua considerata bassa era palude. Allora i contadini lavoravano per il padrone e in più andavano a lavorare delle ore in più per creare degli argini. E hanno creato dei piccoli argini. Tanto che la terra s'è fermata, l'acqua è andata via, e così. La prima disgrazia che aveva uno di questi contadini in casa, doveva vendere la terra che con tanto sudore era riuscito a prosciugare e bonificare. A chi la vendeva? A chi aveva i sodi! E chi è che aveva i soldi? Il padrone! (ride) Il padrone! E allora hai capito?

Ragazzo: Uno lavorava per il padrone e poi appena nasceva una femmina…

Otello: …E il padrone ha inventato i carabinieri per difendere la proprietà privata! Avete capito?

Una ragazza: Perché ci sono i carabinieri?

Otello: Ci sono perché nel medio evo…Pensa alla "Giulietta e Romeo", che qualcosa sapete o avete visto. Ecco, "Giulietta e Romeo" erano due famiglie: Capuleti e Montecchi, no? No di Montecchio eh? No di Montecchio qui. Montecchio tra Vicenza e Verona. Allora: Montecchi e Capuleti… …
Appena vedevano una grotta , riuscivano a andare dentro, si collocavano due famiglie messe insieme. Diventava un clan… Si spostavano alla fine. Questa qui era una pianta di mele - perché la natura c'è sempre stata - e non è stato l'uomo a creare la mela, allora… E mangiavano le mele. Pigliavano qui, cacciavano… Le donne avevano gli stessi diritti degli uomini e alla mattina andavano fuori a caccia anche loro perché volevano averli. E allora gli han detto: " Beh, allora venite a caccia". Andavano fuori a caccia dieci uomini e dieci donne. Tornavano a casa dieci uomini e otto donne. E avevano la selvaggina sulle spalle. Buttavano davanti alla grotta. Le altre due donne c'era la tigre o il leone che se la tirava perché non aveva le mani. Il leone e la tigre è uno sbaglio che ha fatto il padre eterno; doveva far le mani anche agli animali, no all'uomo che era il più animale di tutti. A quello non doveva far le mani. Allora, e tiravano le donne che avevano ammazzato. Allora a un certo punto le donne han detto. " Beh, è meglio che diventiamo le regine della caverna". E son diventate le regine della caverna e l'uomo andava a lavorare poi andava a caccia…
Adesso son ritornate a volere esser pari agl' uomini e per quello che, ultimamente sul giornale, le donne han fatto domanda per essere ammesse nello sport, i campionati mondiali, hanno chiesto di fare anche il ring, la boxe. Così si metteranno un giustacuore di ferro… Allora l'8 settembre in poche parole: una pagina nera dell'Italia. Il re è scappato, gli ufficiali han fatto quello che ha fatto il re. Per non essere spergiuri, no? Giuramento al re! via lui via anche io! E i poveri soldati son stati nelle peste a scappare a casa se ci riuscivano. Molti son stati presi dai tedeschi e giustamente ci hanno detto: "fino a ieri siete stati con noi, abbiam fatto un patto, siam partiti in due e mi lasci solo?" E i tedeschi eran armati, non eran mica come noi. Erano armati e poi i tedeschi c' hanno un esperienza di guerra! La nostra esperienza di guerra mio padre
l'ha fatta a conquistare la Libia, nel '13. E l'ha fatta a conquistar la Libia. E' stato la sei anni, no? Sei anni! Dopo è subentrato la seconda guerra mondiale, noi in due anni l'abbiamo persa. Sei anni per prenderla e noi in due anni l'abbiamo persa (ride). Non siamo adatti a far le guerre!! Le guerre lasciatele fare a me coi burattini. E vedrai che danni non ce ne sono.


indietro